ANPAL – sospensione assegno di ricollocazione

Con un comunicato pubblicato sul proprio sito l’ANPAL informa che, a seguito dell’entrata in vigore del reddito di cittadinanza, la sospensione dell’assegno di ricollocazione sino al 31 dicembre 2021 riguarda esclusivamente i percettori di Naspi da almeno 4 mesi.

I lavoratori in CIGS coinvolti in accordi di ricollocazione (ex art. 24 bis, D.Lgs. n. 148/2015),  possono invece ancora richiedere l’assegno.

Dal 29 gennaio 2019 è stata disabilitata nel portale ANPAL la funzionalità di richiesta di nuovi assegni di ricollocazione per i lavoratori in Naspi. Gli assegni già emessi continueranno ad avere efficacia sino al termine del periodo di assistenza previsto.

Si ricorda che i beneficiari del reddito di cittadinanza fino al 31 dicembre 2021 possono ricevere l’assegno di ricollocazione (art. 9 D.L. n. 4/2019).


Pubblicato

in

,

da

Tag:

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *