FONDO PER IL SOSTEGNO DELLE ECCELLENZE DELLA GASTRONOMIA E DELL’AGROALIMENTARE ITALIANO

Ristorazione, gelaterie e pasticcerie: contributi fino a 30 mila euro per l’acquisto di nuovi macchinari

Una nuova importante opportunità per ottenere contributi in conto capitale per le imprese della ristorazione, gelaterie e pasticcerie che acquistano macchinari professionali e beni strumentali.

Questo attraverso l’accesso al “Fondo per il sostegno delle eccellenze della gastronomia e dell’agroalimentare italiano” disposto su Decreto dal Ministero per le Politiche Agricole, le cui modalità attuative sono state appena pubblicate in Gazzetta Ufficiale. Obiettivo della misura è promuovere e sostenere le eccellenze della ristorazione e della pasticceria che valorizzino il patrimonio agroalimentare ed enogastronomico del nostro paese.

“Si tratta di un contributo a fondo perduto di massimo 30.000 euro per ogni singola impresa – spiega il Presidente di Confcommercio Bari-BAT Alessandro Ambrosi – e comunque non superiore al 70% delle spese totali ammissibili. È sicuramente un bando molto interessante per chi vuole investire nel futuro della propria attività. La finalità dell’intervento è promuovere, le eccellenze della ristorazione e della pasticceria del nostro Paese, realtà produttive che operano anche per dare slancio alle peculiarità enogastronomiche dei nostri territori.

Lo stanziamento è in favore delle imprese con i seguenti codici ATECO:
• 56.10.11 “Ristorazione con somministrazione”, iscritte nel registro delle imprese da almeno 10anni o, alternativamente, che abbiano acquistato prodotti certificati DOP, IGP, SQNPI, SQNZ e prodotti biologici per almeno il 25% del totale dei prodotti alimentari acquistati nei 12 mesi precedenti;
• 56.10.30 “Gelaterie e pasticcerie” e 10.71.20 “Produzione di pasticceria fresca”, iscritte nel registro delle imprese da almeno 10 anni o, alternativamente, che abbiano acquistato i suindicati prodotti, nel medesimo periodo di cui sopra, per almeno il 5% sul totale.
«Si tratta di una interessante opportunità per gli operatori dell’interro territorio barese – conclude Ambrosi – con un intervento che dà respiro a progetti e ulteriori chance di sviluppo economica e professionale.”

Appena saranno definite dal Ministero le modalità di presentazione delle domande, Confcommercio Bari-Bat sarà a disposizione per ulteriori delucidazioni e per seguire l’iter di partecipazione alla misura, di coloro che fossero interessati, che potranno prendere contatti con i nostri uffici a bari Via Amendola, 172/c – K1 7° piano – Tel. 080.5481776.


Pubblicato

in

da

Tag:

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *